Casisano

Edit Content

Località Casisano, 52
53024 Montalcino SI

Storia

Con Tenuta Casisano a Montalcino, si corona il progetto Tommasi Family Estates, partito nel 1997, con l’ingresso in azienda della quarta generazione della famiglia, originaria della Valpolicella classica, alle porte di Verona. 

Fondata nel 1990, Casisano ha visto nel 2015 l’ingresso della famiglia Tommasi come risultato di una lunga e ambiziosa ricerca nelle colline toscane di una tenuta vinicola, in cui costruire un progetto di eccellenza.

La filosofia  a Montalcino è quella di conservare il prestigio del territorio, mantenendone l’identità e cercando di esprimerne il potenziale al meglio.

Data la particolare posizione geografica e altitudine della tenuta, l’obiettivo è produrre vini che abbiano come denominatore comune finezza e eleganza.

Gran parte dello stile e della qualità dei vini di Montalcino dipende dall’altitudine in cui crescono le uve.

I vigneti a quote più elevate come Casisano si basano su terreni di scisto roccioso (galestro) e argilla e producono  vini dal corpo elegante, con frutti rossi e aromi floreali.

i vigneti della cantina Casisano nelle colline di Montalcino
Emiliano Falsini, enologo di Casisano

Enologi

Emiliano Falsini è nato e cresciuto in Toscana fuori Firenze; dopo il diploma in tecnologia agricola, ha proseguito gli studi all’Università di Firenze.
Da sempre affascinato dalle pratiche di viticoltura sviluppate nei Paesi più lontani, nella sua carriera ha avuto modo di fare esperienze professionali in California, Nuova Zelanda e Argentina.

Sin dall’inizio della sua carriera è legato al Gruppo Matura come consulente enologico e da alcuni anni collabora a  numerosi progetti in diverse regioni d’Italia, da Barolo a Bolgheri passando per Montalcino, fino alla Sicilia.

Il suo approccio rispetta la materia prima, le peculiarità del territorio e lo stile dell’azienda.

Predilige un’enologia che rispetti la tradizione, ma in chiave moderna , con l’obiettivo di produrre vini eleganti, freschi e dall’estrema bevibilità; un’enologia non invasiva dove l’esaltazione della vite e del territorio sono i punti centrali del processo enologico.

 

Giancarlo Tommasi rappresenta il naturale legame di Casisano con la famiglia Tommasi, di cui è direttore tecnico.

Un dialogo aperto e costante e assidui confronti tecnici, è la ricetta dei due tecnici per esaltare le peculiarità del Brunello di Casisano.

Si concentrano sulla gestione viticola con un lavoro meticoloso e attento nei vigneti.

Lavorano a fondo sui dettagli, dalla scelta della vinificazione alla selezione dei legni per la maturazione, con lo scopo di valorizzare la grazia naturale dei vini.

Giancarlo Tommasi e Emiliano Falsini enologi di Casisano
botti di tenuta Casisano in Montalcino

I vigneti di Casisano, essendo in una posizione elevata, garantiscono una freschezza naturale e una complessità tipica dei grandi Brunello capaci di evolversi in modo eccellente nel tempo

La superficie totale è di 53 ettari, di cui 22 a vigneto e 12 a Oliveto.
Ben 9 ettari sono dedicati alla produzione di Brunello, 7 ettari al Rosso e gli altri 6 ettari alla denominazione Sant’Antimo.

La tenuta è interamente coltivata a Sangiovese Grosso, col tradizionale cordone speronato ed è divisa in dieci parcelle. Dalla parcella più antica di circa due ettari vengono selezionate le uve per il Brunello Riserva Colombaiolo.

La densità d’impianto è di 4.000 ceppi per ettaro con punte di 5.000 ceppi negli impianti più vecchi.

La resa media è di 70 quintali per ettaro; la selezione delle uve avviene manualmente.

I vantaggi dell’altitudine:

Maturazione ottimale

La stagione prolungata concede al Sangiovese Grosso il tempo di sviluppare note complesse senza maturazione.

Vento costante

L’aria che soffia incessante consente un’escursione termica tra il giorno e le ore notturne.

Questi intervalli di temperatura durante la fase di maturazione dell’uva favoriscono struttura e acidità nel prodotto finale e previene naturalmente muffe e parassiti degli acini.

Terreno

La costituzione tendenzialmente argillosa, fornisce un drenaggio naturale. Le radici vanno molto in profondità, donando ai vini aromi aggiuntivi dal terreno Galestro.

Microclima

Il microclima è ventilato e asciutto con ottime escursioni termiche; questo contribuisce a creare le condizioni ideali per preservare la sanità delle uve. I vini che ne derivano sono eleganti e combinano in modo ottimale struttura ed acidità.

Viticoltura

La cura dei vigneti e la ricerca dell’eccellenza della materia sono al centro del progetto aziendale. La qualità di un grande vino nasce nel vigneto e per esprimere al meglio il potenziale del nostro terroir abbiamo chiaro che è fondamentale produrre uva eccellente.

Ogni singola parcella del vigneto Casisano è gestita e monitorata in funzione delle caratteristiche del suolo, dell’esposizione e dell’obiettivo enologico.

Una mirata gestione agronomica permette di raggiungere un perfetto equilibrio vegeto-produttivo che si traduce in un vigneto in grado di esprimere al massimo il suo potenziale in aromi, colore e zuccheri con uve dalla grande qualità organolettica.

Un bilanciamento che garantisce inoltre un’armonia con l’ecosistema presente nel territorio, imprescindibile per una tenuta attenta alla sostenibilità.